iniziale.jpg

PASION LATINA

Amanti del ballo

Benvenuto da Pasion Latina, lo studio che ti farà raggiungere livelli eccezionali. La nostra missione è coltivare la creatività e lo sviluppo artistico degli allievi, e per questo offriamo un ambiente divertente e positivo che favorisce la crescita di tutti i ballerini. Contattaci per saperne di più sui nostri corsi e su come partecipare.

Contatti
 
FB_IMG_1660654574261.jpg

IL MAESTRO

Biografia

Alessandro Giorno nasce a Catanzaro il 17/10/1986
Grazie alla sua passione smisurata per la musica decide all’età di 23 anni di frequentare un
corso di danze caraibiche, laddove dimostra una volta appreso le basi uno spiccato senso di
aiutare i compagni in difficoltà.
Decide di frequentare l’Istituto Superiore Danze Cubane Catanzaro dove avviene la sua
formazione prima come alunno e poi come Maestro apprendendo programmi propedeutici
e tecniche di educazione al movimento corporeo riguardo alle discipline Salsa Cubana,
Bachata e Merengue.
Nel 2013 Decide per la prima volta di Volare a Cuba per studiare le danze afro-Cubane.
Studia a La Habana dal Maestro Adrian Pozo, primo Ballerino del Conjunto Folklorico JJ,
tutta la teoria e la Pratica delle Danze Yoruba, Arara’, Bantu.
Nel 2014-2015-2016 prosegue i Suoi Studi a Cuba perfezionando la propria conoscenza
della Rumba Cubana : Yambu, Guaguanco e Columbia e del Son Cubano.
Nel 2018 Decide di Creare la sua scuola che prende il Nome di Pasion Latina Dance
School,
progetto al quale dedica anima, cuore e conoscenze apprese nel tempo, vantando al primo
anno di attività oltre 200 allievi tra corsi principianti, intermedi ed avanzati.
Nello Stesso anno sostiene gli Esami per diventare Maestro Midas Danze Caraibiche
primo e secondo livello. Esaminato dal Presidente nazionale Midas ottiene il diploma con
il massimo dei Voti in tutta la regione Calabria.
Nel mentre Diventa direttore Artistico ed organizzatore della serata LatinMania da lui
stesso inventata presso i vari locali del territorio Catanzarese.
Attivo costantemente nella Formazione e nello studio della tradizione e della evoluzione
delle Danze Caraibiche.
Passione, preparazione e dedizione fanno da padrone nelle attività da lui svolte all’interno
della scuola, con l’obiettivo di formare tutti coloro che mostrano interesse verso la
scoperta delle danze
caraibiche.

 

 

 

 

OBIETTIVO DEL CORSO :

ATTRAVERSO LA PROPEDEUTICITA’ DEL PROGRAMMA SI PARTE DALL’EDUCAZIONE DEL
CORPO AI MOVIMENTI BASILARI DELLE DANZE CARAIBICHE FINO AD AFFRONTARE
TUTTE LE TEMATICHE DEL MERENGUE, DELLA BACHATA E DELLA SALSA PRINCIPIANTE
IN SINGOLO ED IN COPPIA.

 

* PASSO BASE
* AVANTI ED INDIETRO
* MEZZO GIRO
* GIRO CONGA
* VUELTA
* 70
* GIRO AD ARCO
* CARICIA E LAZO
* FIGURE VARIE

SINGOLO :
* PASSO BASE
* TEMPO BASE
* PASSO BASICO

* APERTURE
* CAMMINATA AVANTI E DIETRO
* INCROCIATO
* AGUAJEA
* LATERALE
* CRUZALO
* GIRO A DX
* GIRO A SX
* TORNILLOS
* ENCHUFLA

COPPIA :

* PASSO BASE
* CAMMINATA AVANTI E DIETRO
* APERTURA
* PASSO BASICO
* DILE QUE NO
* APERTURA CUBANA
* ENCHUFLA
* ENCHUFLA DOBLE
* SALUDO HOMBRE
* ENCHUFLA ELEGANTE
* VUELTA
* VUELTA PROGRESSIVA
* VUELTA E CHIUSURA
* VUELTA MANO CONTRARIA
* VASILALA
* 70
* SOMBRERO

 

 

OBIETTIVO DEL CORSO : INSERIRE TUTTI GLI ELEMENTI TIPICI DELLA SALSA CUBANA
QUALI IL MAMBO, LA RUMBA CUBANA, IL REGGAETON, LA GESTUALITA’ MASCHILE E
FEMMINILE AGGIUNTI ALLO STUDIO DELLE FIGURE CON TECNICA DI ROTAZIONE
DERIVANTE DALLA RUEDA DE CASINO

ALCUNE FIGURE TRATTATE DURANTE IL CORSO

* CANDADO
* 70 IN ROTAZIONE
* AGUAJEA
* CUBANEO
* 71
* 72
* 75
* PRIMA, HERMANA Y SU FAMILIA
* 84
* SOMBRERO DOBLE
* BUENAONDA

 

 

OBIETTIVO DEL CORSO :
STUDIO DELLE RUMBA CUBANA YAMBU, GUAGUANCO E COLUMBIA
STUDIO DEL CONTROTEMPO IN SINGOLO ED IN COPPIA CON TUTTI GLI ELEMENTI
FODAMENTALI DEL SON CUBANO
STUDIO DEGLI ELEMENTI BASICI E COMPLESSI DELLE DANZE YORUBA , BANTU E
ARARA’
RUEDA DE CASINO AVANZATA CON FIGURE E CONNESSIONI TIPICHE.
STUDIO DEGLI ELEMENTI AVANZATI DI SALSA CUBANA IN SINGOLO ED IN COPPIA!

Giorni ed orari corsi: Programmazione in Progress. 
Durata corso: Dal 1 Ottobre al 31 Maggio

 

Programmi dei Corsi

Corso Principianti

Programma Bachata

Programma Salsa

Corso Intermedi

Salsa e Bachata

Corso Avanzati

Salsa-Son-Rumba-Afro

Dispensa didattica

Che cos'è la Salsa?

Con il termine "Salsa" vengono denominati vari ritmi, soprattutto caraibici, popolari nell' America
latina. L'antenato della salsa è il Son cubano che combina sia influenze europee che africane.
Negli anni '70 si svilupparono diverse forme musicali. In termini generali si possono classificare
come la Salsa della Costa dell'Est, la musica cubana post rivoluzionaria (che include la musica
ballabile, il jazz e la Timba), il Jazz e la fusione latina (incluso il Rock latino).
Ciò che non va dimenticato quando si parla di Salsa o degli altri ritmi afrocaraibici, è che tutti
questi ritmi sono fatti per ballare.
Soprattutto per i cubani, la musica e il ballo hanno sempre rivestito un ruolo importante nella
società e durante la metà del XIX secolo si consolidarono i generi musicali provenienti sia
dall'Africa che dall'Europa.
In questo stesso periodo, per l'egemonia esercitata dal Valzer e dalla Polca, il ballo si consolidò
come stile diffuso nei saloni. Cuba entra nel XX secolo ballando il Danzón, creato all' Havana.
Questo ballo, una volta diventato pesante e monotono, fu reso più allegro e movimentato.
Successivamente, agli inizi degli anni '30, arrivò il Son orientale. Dopo esser stato ballato molto,
ci fu l'esigenza di creare nuovi ritmi: arrivò così il Mambo negli anni `40, il Cha-Cha-Cha nei `50,
lil pachanga nei '60, il Songo negli `80 fino ad arrivare agli anni '90 con la Timba .
La salsa, ritmo il cui principale merito è di essere riuscito ad infrangere le barriere razziali, a
dare voce e identità alle minoranze latine emarginate cancellando i confini tra i paesi latino
americani.

Negli anni ’60, una marea di ritmi di origine cubana si fusero con il Jazz. Izzy Sanabria,
disegnatore grafico negli studi di Fania, diede a tutti un'unica denominazione per evitare
confusione e per vendere il concetto più facilmente. Scelse Salsa, termine con il quale si
animavano le band per aumentare la loro energia. La musica Salsa ha una struttura
determinata: introduzione, fase melodica, fase ritmica o di percussione chiamata montuno, volta
alla fase melodica e finale. Le esclamazioni si usano per annunciare i cambi di fase,
specialmente nel montuno, che è la sezione con maggior energia ritmica.

rancia, Spagna e le colonie americane: un antico antecedente della Salsa è la Contradanse
ballata a Versalles, che passò alla corte spagnola e da lì ai Caraibi, durante la colonizzazione,
con il nome di "Contradanza". La Contradanse arrivò ad Haiti e la Contradanza a La Havana.
Il ritmo africano, che gli schiavi usavano durante i riti religiosi, costituisce un altro fattore
fondamentale all'origine della Salsa. Questa preservazione fu possibile grazie alla similarità
delle divinità, gli Orishas e i Santi cattolici.
Nella costituzione dei ritmi della Salsa appare fondamentale l'immigrazione proveniente da Haiti
a Cuba. Una prima ondata introdusse la Contradanza creola. La seconda ondata di immigrati,
proveniente dalla Repubblica di Haiti, arrivò nella metà del XIX secolo e contribuì alla nascita
del Son cubano.
Il modo di ballare la Salsa, varia di molto in base al luogo d ́origine in cui si è imparata; Ad
esempio, la Salsa dei Caraibi e dei Paesi Latinoamericani si sviluppa come un paseo, che è un
movimento molto circolare e lento. In questi stili rientrano anche quello cubano, con un

movimento che si abbassa più verso il suolo, e quello colombiano con un contatto più leggero;
negli Stati Uniti, il ballo ha come fondamento il passo base latino, oltre a combinazioni di giri
verso destra.
Per ballare la Salsa nella sua forma più elementare, si seguono le quattro battute della musica,
ma si fanno tre passi, ognuno della stessa durata della battuta. Il restante si può incorporare al
precedente (il risultato è una conta rapido-rapido-lento) o si aggiunge un movimento di
ornamento.
I passi possono esser fatti muovendosi o rimanendo sul posto, un po' come fare tre passi alla
volta camminando e facendo una pausa in mezzo. Se si cammina in questo modo a ritmo di
musica si sta ballando la Salsa.

A Cuba, la Salsa è conosciuta con il nome di Casino, e da qui il nome Rueda de Casino, un
ballo che prevede varie coppie che, guidate da un leader, eseguono figure e scambi di
compagno. La sua origine è la Contradanza francese, che nel XVIII secolo era di moda e molto
apprezzata a Cuba.
Per poter ballare la Rueda de Casino servono per lo meno due coppie, il numero può arrivare
fino a venti o trenta e gli uomini conoscono i movimenti che il leader deciderà. Affinchè il ballo
riesca bene, non è necessario eseguire figure complicate. Il leader, con grazia e creatività,
guiderà i movimenti rendendo la Rueda un'esperienza piccante, allegra e dinamica.
Questo modo di ballare la Salsa ha un aspetto competitivo che la rende molto interessante. Il
leader, soprattutto se ci sono molte coppie, darà indicazioni sulle figure anche un po' confuse.
Le coppie devono rispondere ballando nel modo più vicino possibile a tali indicazioni, pena
l'uscita dal ballo.
La Rueda è una forma di ballo del Barrio (i distretti), dove ognuno ha un proprio "leader", con
proprie figure e movimenti. A Cuba, nei giorni di festa, vi è l ́abitudine di ballare la Rueda e
vincerá colui che metterá in pratica i movimenti piú fluidi e piú interessanti.
Il nome corretto in spagnolo è Rueda de Casino, mentre "Casino Rueda" è la versione inglese
del termine dovuto al fatto che la struttura grammaticale della lingua inglese è un pò diversa da
quella spagnola. Rueda de Casino cominciò a metà del XX secolo ed è la radice di ciò che si
balla oggigiorno a Miami e in tutto il mondo. A Cuba la gente solitamente si riunisce in locali
chiamati "Casinos", e da ciò infatti deriva il suo nome. Alcuni dicono che le prime ruede presero
inizio a Santiago de Cuba, altri dicono dal famoso Casino Deportivo dell'Avana o dal Casino de
la Playa, ma questo non è possibile stabilirlo con certezza. Quando i "casini" si chiusero,
tuttavia la gente continuò a ballare questo stile facendo riferimento, nel nome, ai locali originari
dove si riuniva per ballarlo. "Casino" è il nome che rimase. La gente si riferisce oggigiorno alla
musica come "Salsa" e al ballo come "Casino". Il Casino mantiene le basi del Danzòn, così
come del Son da cui questo deriva, balli Afro-Cubani come anche il Guaguancò, il Mambo (un
ritmo inventato per Cachao nel club famoso a livello mondiale "La Tropicana" dell'Avana nel
1943 e diffuso da Pérez Prado in Mexico) e il Cha-Cha-Chá (inventato da Enrique Jorrìn).
Tembleque e Despelote sono due termini di uso corrente in Cuba per indicare dei movimenti
che ogni ballerina cubana conosce e applica naturalmente per ballare salsa (Timba in
particolare). E' un dato di fatto che molti ragazzi/e cubani/e adottino un modo di ballare salsa
che da noi in Italia è poco diffuso, ossia quello di muoversi in coppia staccata, usando una forte
componente di movimenti corporei, fra cui la fanno da padrone questi due generi appunto. Al
genere Tembleque appartengono i movimenti di rotazione e scrollo delle spalle/tronco. Al
Despelote quelli di rotazione e rimbalzo avanti/dietro del bacino (fianchi).
Questo modo di muovere ruotando in circolo su se stessi e contemporaneamente torcendo
busto e fianchi possiede un aspetto veramente caratteristico ed ancestrale e si adatta
ottimamanete all'impatto ritmico della Timba (mix di son, hip hop/funky, rumba, ritmi folk) che
oggi impera nella musica cubana salsa moderna (Bamboleo, Carlos Manuel y su Clan, Manolito
y su Trabuco, Paulito fg., Charanga Habanera, Los Van Van).


Ritmi dell'Africa, musica di Cuba: La tradizione vocale e i ritmi dei tamburi, sono parte centrale
nelle pratiche religiose e sociali degli africani.
Uno dei musicisti segue un ritmo specifico e unico (la clave) e gli altri fanno una sorta di
poliritmo. I poliritmi sono un elemento essenziale nella musica Salsa. Le claves più comuni sono
di Son, di Rumba e di Samba; tutte discendenti dalla clave africana.
Il coro pregón è un'altra eredità proveniente dalle cerimonie religiose, dove i canti erano diretti
da un leader sociale o religioso.
Il metodo di composizione nella Cuba della seconda metà del XIX secolo, variava a seconda
della situazione geografica. Ad Est, la musica passava per accordi semplici, con caratteristiche
che erano presenti nella Salsa. La musica dell'Occidente era più europea e gli strumenti
ricordavano le orchestre francesi.
Quando Cuba divenne indipendente, quella che prima era una differenza geografica si convertì
in una stratificazione sociale nella capitale: la musica europea per le classi alte dei bianche e la
musica dell'Est per le classi basse dei neri.

 

Per tutto il XIX secolo, nei campi dell'Oriente di Cuba si mischiano elementi musicali ispanici e
africani, ai quali si aggiunse la musica francese portata dai coloni che fuggivano da Haiti. Verso
la fine del secolo, questo mix musicale iniziò ad apparire nelle musicalità dei Trovadores di
Santiago de Cuba e La Havana.
Per alcuni musicologi, il Son cubano è come il Blues degli Stati Uniti: una forma semplice e
permeata della sua cultura di origine, melodie spagnole marcate da ritmi africani, alternanza di
strofe con domande e risposte tra il cantante e il coro, testi semplici che parlano di vita
quotidiana.

 

Musica e ballo secolare tipico delle riunioni informali. Tutti i ritmi di questo ritmo hanno il tempo
di 4/4. Segue un modello sincopato di cinque colpi in due compas di musica, chiamato Clave de
Rumba. Tutte le Rumba presentano un modello di chiamata e risposta tra i cantanti e suonatori
di Tamburi. I tipi di Rumba più conosciuti in ordine di rapidità sono: Yambú, Guaguancó, Rumba
Columbia e Rumba Abierta.

 

Nonostante i cubani rinnegarono il termine Salsa per molto tempo, considerandola
un'appropriazione nord americana del Son, qualcosa cominciò a cambiare agli inizi degli anni
`80, quando artisti come Elio Reve e Adalberto Alvarez cominciarono ad integrare suoni
tipicamenti di Salsa nelle proprie composizioni. Apparse allora NG La Banda. NG (Nueva
Generación) prese la Salsa da New York ed aggiunse suoni della banda cubana di latin Jazz
Irakere. Per la prima volta artisti cubani utilizzarono il termine Salsa per riferirsi alla loro musica.
A dire di Isaac Delgado, uno dei migliori esponenti di questo nuovo stile: "Salsa....de Cuba...
¡Chevere!". Altri artisti di Timba sono Klimax, Manolín el Médico, Bamboleo, Paulito y Manolito,
con uno speciale riconoscimento ai Los Van Van di Juan Formell. Timba è anche il termine che
si usa nell'espressione "Tiene timba" (ha la timba) in riferimento ad un musicista che ha questo
ritmo, swing.

Storia della Salsa

Antecedenti della Salsa a Cuba

Rueda de Casino

Balli Africani

Son

Rumba

Timba

Che cos'è la Bachata e dove nasce

La Bachata nasce a Santo Domingo agli inizi del ‘900 tra la popolazione più degradata e povera. Il ballo serviva loro per liberarsi dallo stress quotidiano dovuto ai lavori forzati. La musica ed il ballo, infatti, raccontavano storie romantiche ma amoriinfelici, sogni di amori impossibili o di perdite ed intrighi amorosi.Inizialmente si ballava nei “quilombres” ovvero dei bordelli nei quali le prostitute figuravano storie impossibili e violente. Per questo fu snobbata dalle classi più ricche ed il ballo venne proibito dalle autorità perché troppo disinibito ed erotico. Era definita la musica dell’amarezza. Nel ballo la donna e l’uomo ballano a stretto contatto per tutta la durata del brano. Nonostante le ostilità, fu un ballo che riuscì a rimanere nella tradizione, perché chi lo praticava era troppo coinvolto dalla dolcezza della musica. L’evoluzione e l’espansione di questo genere avvennero intorno agli anni ’60 quando si diffuse nei centri abitati più grandi. Va sottolineato che il ritmo ed il suono della bachata derivano da altri tipi di musica come il bolero delle Antille e dai suoi ritmi. I primi esempi nascono nelle feste popolari, si suonava con chitarre e bongos. Grazie all’intuizione di molti artisti, la bachata si diffuse ben presto in tutto il mondo. Grande merito va a Juan Luis Guerra che, con eleganza e delicatezza, seppe diffondere questo genere anche oltre oceano, ma la consacrazione c’è con il tormentone “Obsesiòn” degli Aventura, uscito nel 2002/2003. Altri numerosi autori contribuirono alla diffusione di questo genere come Toby love, Prince Royce, Romeo Santos (ex Aventura). La Bachata è a ritmo lento e si balla sul primo tempo musicale, ma in realtà si presta ad essere ballata sul due poiché il segnale che indica l’inizio del movimento è come un colpo secco delle percussioni, in quel momento si inizia ad ancheggiare, quindi non sull’uno ma sul due. L’essenza di questo ballo sta nel movimento sensuale del bacino, originariamente privo di figure se non qualche giro, ballato sul posto dove i ballerini si muovono stretti in perfetta sincronia. Nella versione più europea, la bachata si balla in maniera più complessa, con figure e coreografie. Ultimamente sentiamo parlare della Bachata Sensual e spesso vediamo eseguire coreografie spettacolari anche in tv. Qualche mese fa due giovani ragazzi si sono cimentati proprio in questo genere al programma televisivo “Italia’s got talent” lasciando il pubblico in visibilio. Questo genere di bachata ha un impatto molto più forte. Le coreografie spesso sono eseguite da professionisti che, oltre ai passi sensuali, inseriscono parti acrobatiche ed atletiche. La bachata è un ballo amatissimo e la musica ultimamente si avvicina molto alle note pop tanto da essere ascoltata anche da chi non pratica questo ballo in particolare. Tutti possono iniziare un corso di bachata, a qualsiasi età. La delicatezza del ballo e della melodia fanno sì che questo sia apprezzato da qualsiasi persona di ogni età. Si balla nei locali latino americani, spesso in alternanza con la salsa. Questo ballo si staevolvendo sempre più ma è importantissimo non dimenticare le origini di questa danza. Non è necessario essere dei professionisti per praticarlo, proprio perché in origine era un ballo semplicissimo tra innamorati.